Gli Occhi

Il più potente strumento che la natura ci abbia donato. Cavolo, vedere, una possibilità di percepire le cose come stanno, dare un giudizio, vedere positivo o negativo, oppure andare oltre e notare un infinita quantità di sfumature. A volte sembra proprio che la mente sia lì, poco dietro l’iride.

Il vedere implica anche una esternazione del nostro pensiero: gli occhi non sono una parte del nostro viso che riceve solamente, ma comunica, trasmette. Sono organi che si mettono in gioco, permettono un interazione tra due persone.

Il naso sente un profumo particolarmente indimenticabile, ma non potrà mai dialogare con un altro naso.

Senza un contatto deciso da altri fattori, due bocche non potranno mai assaporarsi.

Lo sguardo invece, lo sguardo può decidere un destino. Questa è la sua potenza, perché capace di farci vedere le cose belle.


Il movimento indeciso dell’occhio, il colore dell’iride che diventa immenso con la luce del sole, il dilatarsi delle pupille..
Tutto questo, per chi lo sa cogliere, esprime non solo un sentimento, ma trasmette all’esterno un pezzetto della propria anima.
E’ vero, ci rende nudi per un attimo.
Scoperti per un istante.

Prima di provare a fotografarlo, è bene imparare a riconoscerlo questo sguardo, ben fuori da qualsiasi obiettivo.

Ebbene eccolo qua questo post su cui ho molto riflettuto! Non ho resistito a rispondere ad altri occhi.

Annunci

4 risposte a "Gli Occhi"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: