MAMAdesign: una piccola sfida

Tempo fa vi anticipai di un piccolo progetto che stavamo facendo in due e adesso ve lo propongo nella sua realtà. E' stato come un gioco iniziato a Maggio '19, poi diventato ricerca, e infine sviluppo. Il settore di appartenenza è sempre quello della fotografia, ma è stato come rispolverare quelle intuizioni durante i corsi... Continue Reading →

Featured post

Felici su un tappeto verde!

Ma che bello stare fuori al parco. Adesso io e Leo sul nostro plaid verde come l'erba su cui siamo stesi.Penso sia la prima volta che riusciamo a stenderci insieme con lo sguardo rivolto verso il cielo a guardare i rami degli alberi che si muovono lenti.E ci fanno ombra e calma, sotto il flebile... Continue Reading →

Ri Camminare!

Oggi Primo Maggio è la giornata che al meglio dovrebbe rappresentare i lavoratori, ma questi ultimi non lo sono se non c'è il lavoro a sostenerli. Speriamo che questo Maggio e sia il simbolo della rinascita e della ripresa per tutti. La rinascita la voglio equiparare al poter camminare nuovamente: qui in Toscana da oggi... Continue Reading →

Cosa essere?

Non c'è molto da dire. Stasera ho la mente un pò frantumata dai non pensieri. Come se non riuscissi a rielaborare il tempo e quindi la ragione. Vi lascio con tre scatti generati per una richiesta di un grande fotografo a noi poveri fotografi. Il tema è rappresentare questo periodo di quarantena con un autoritratto,... Continue Reading →

Un compleanno da ricordare

Rientrato a lavoro da 6 giorni e fa davvero strano per due motivi: il primo è quasi il dispiacere nel lasciare le lunghe giornate in casa ormai scandite da una sorta di programmazione, il secondo è quello di ritrovare un ambiente lavorativo che pensi ti faccia passare meglio il tempo ma poi ti fa di... Continue Reading →

Giorno 30

E' qualche giorno che non scrivo ma non perché manca la voglia. Per fortuna ho avuto delle cose da mettere a posto. Si trovano piccoli cimeli, oggetti che raccontano una storia di me. Mentalmente in questi giorni un pò mi deprimo ma sembra essere un effetto comune, sta come finendo un effetto anestetizzante che ci... Continue Reading →

Scatti da non dimenticare

Ieri mi imbatto nel post di Mauro (cosi si firma) del blog il luogo improbabile, e improvvisamente mi riprende la scimmia di provare a riscansionare qualche negativo, e per correttezza dovrei dire fotografare. Infatti lo scanner non ce l'ho e l'unico sistema pratico è fotografare il negativo, cosa che in passato mi aveva dato poca... Continue Reading →

Cose positive per l’anima

Oggi va cosi: tre cose positive di questa giornata. Ore 10Lavoretti sulla moto. Dopo gli ultimi viaggi del 2019, perlopiù tempestosi e bagnati da sfortunate domeniche meteorologicamente instabili, la moto era rimasta praticamente in condizioni da riposo. Tuttavia rimaneva lì, pensando che un semplice lavaggio bastasse a farla tornare luccicante e pronta. Invece, avere un... Continue Reading →

Aspettare

La condizione di isolamento, implica una ripetizione dei gesti quotidiani. Quasi fossimo dei topi da laboratorio, iniziamo a sentirci stretti in queste abitazioni. Ma soprattutto questo vivere le giornate diventa solo un aspettare, al punto che ci si dimentica facilmente delle fatiche continue dei medici e di tutto il personale sanitario. Persino della loro morte.Ma... Continue Reading →

Epoca Medievale

La gente, tutti, siamo INSTALLATI sul telefonino e stiamo elaborando da mattina a sera una quantità di filmati impressionante. Tutti mini-cortometraggi creati per strappare un sorriso, una risata. Oppure ci sono quelli che due palle cosi, creati da depressi ambulanti, video che vorrebbero cambiare il mondo e poi tutto rimane come prima. Diceva bene Oliviero... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑